1-LA PRIMAVERA

GUIDA ALL’ASCOLTO DEL CONCERTO: “LA PRIMAVERA”

La primavera è uno dei quattro Concerti delle Stagioni per violino solo e orchestra d’archi che Antonio Vivaldi compose tra il 1725 e il 1730.

Come gli altri tre concerti, Estate, Autunno e Inverno, è preceduto da un sonetto i cui versi sono stati scritti dallo stesso Vivaldi sulla partitura per indicare i vari momenti della musica.

Con Vivaldi si ha quindi il primo esempio di “musica a programma”: la musica segue infatti un programma descrittivo.

Un’altra caratteristica dei concerti Vivaldiani, e di gran parte della musica del Settecento, è il cosiddetto “stile a terrazze” riguardante la contrapposizione delle intensità sonore. Vivaldi infatti usa blocchi di sonorità omogenee, senza crescendo o diminuendo, ma in opposizione tra loro con effetto quasi di eco.

Foto sonettosonetto Primavera

 

Per orientare l’ascolto 

La primavera è un concerto in tre tempi e ogni tempo descrive un momento diverso della stagione:

  • 1° Tempo – Il canto degli uccelli;
  • 2° Tempo – Il riposo del pastore con il suo cane;
  • 3° Tempo – La danza finale.

Ascolta l’intero concerto e completa la tabella

Tempi Versi Caratteristiche della musica secondo te
1° – Il canto degli uccelli Giunt’è la primavera

E festosetti la salutan gli augei con lieto canto

E i fonti allo spirar dé zeffiretti con dolce mormorio scorrono intanto;

Vengon coprendo l’aer di nero ammanto e lampi e Tuoni ad annunciarla eletti

Indi tacendo gl’augelletti tornan di nuovo al lor canoro incanto

2° – Il riposo del pastore con il suo cane E quindi sul fiorito e ameno prato al caro mormorìo di fronde e piante dorme ‘l caprar col fido can’a lato
3° – La danza finale Di pastoral zampogna al suon festante danzan ninfe e pastor nel tetto amato di primavera all’apparir brillante

Ascolta il 1° e 3° Tempo e analizza solo il 1° Tempo

Ascolta e analizza il VIDEO CARTONE 1° TEMPO

Temi Versi Dinamica
A Giunt’è la primavera -Tema A prima semifrase – Forte

-Tema A prima semifrase – Piano

-Tema A seconda semifrase – Forte

-Tema A seconda semifrase – Piano

B E festosetti la salutan gli augei con lieto canto -Tema B – Mezzo Forte

-Tema A seconda semifrase – Forte

C E i fonti allo spirar dé zeffiretti con dolce mormorio scorrono intanto; -Tema C – Piano

-Tema A seconda semifrase – Forte

D Vengon coprendo l’aer di nero ammanto e lampi e Tuoni ad annunciarla eletti -Tema D – Forte

-Tema A seconda semifrase – Forte

E Indi tacendo gl’augelletti tornan di nuovo al lor canoro incanto -Tema E – Piano

-Verso il finale variazione

del Tema A – Forte

-Tema A seconda semifrase – Forte

-Tema A seconda semifrase – Piano

ANALISI

Pubblicità