2-LA SCALA MAGGIORE

La scala musicale è una successione di suoni, senza salti, che inizia e termina con la ripetizione della stessa nota.

La scala può essere ascendente, se le note vanno dal grave all’acuto, o discendente, se le note vanno dall’acuto al grave.

scala-su-excel

Essa può essere formata a partire da una qualunque nota, prendendo il nome della nota di partenza, che poi è anche quella di arrivo. Ecco la scala di Do in senso ascendente e discendente.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è images-2.png

La nota che viene ripetuta all’ottavo grado superiore è sempre prodotta da un numero di vibrazioni doppie rispetto a quelle della nota da cui parte.

A seconda del posto che le note occupano nella scala, esse prendono il nome di gradi e si contano con i numeri romani (I, II, III grado ecc.). Ogni grado della scala ha un nome proprio, come indicato nello schema:

gradi

La scala musicale può essere cromaticadiatonica di modo Maggiore e Minore.

LA SCALA CROMATICA

La scala cromatica è costituita da 12 suoni, ognuno dei quali dista un semitono dal precedente. Nella scala ascendente si utilizzano i diesis e in quella discendente i bemolle.

scala-cromatica

LA SCALA DIATONICA

Per scala diatonica si intende una scala musicale di sette suoni compresi nell’ambito di un’ottava. La successione degli intervalli, in una alternanza di cinque toni e due semitoni, può essere organizzata in diverse combinazioni che prendono il nome di modi. Esistono diversi modi sia nella nostra musica che in quella di civiltà diverse dalla nostra. Quello che distingue un modo dall’altro è il criterio con cui si costruiscono e determinano gli intervalli. I modi che studieremo sono: il modo maggiore e il modo minore. Il modo Maggiore è utilizzato in musiche dal carattere più sereno e gioioso, mentre il modo minore è impiegato per dare alla musica un carattere più triste e malinconico. Puoi verificare queste differenze ascoltando i brani che seguono.

 LA SCALA MAGGIORE

Una scala di modo Maggiore è una successione di 8 suoni messi a distanze fisse di toni e semitoni; le distanze di semitoni devono trovarsi sempre tra il III e il IV grado e tra il VII e l’VIII grado esattamente come nella scala di Do, che è una scala  Maggiore naturale “modello” perché formata solo da suoni naturali (tasti bianchi) già nel giusto ordine.

tono_e_semitono

scala

Tutte le altre sequenze di 8 suoni per diventare scale di modo Maggiore devono imitare la “scala modello” di Do Maggiore e mettere i toni e i semitoni al posto giusto. Osserva l’esempio della scala di Re maggiore: per ottenerla è stato necessario alterare il Fa e il Do che sono diventati rispettivamente Fa# e Do#

scala_musicale_Re_mag

scala-maggiore Re

VERIFICO LE MIE COMPETENZE CON IL

QUIZ N.1 – I GRADI DELLA SCALA

QUIZ N.2 – LA SCALA DI DO MAGGIORE

QUIZ N.3 – LA SCALA DI SOL MAGGIORE

QUIZ N.4 – LA SCALA DI RE MAGGIORE

ESERCIZI INTERATTIVI 

SCRIVI LE SCALE FINO A TRE DIESIS SULLA TASTIERA DEL PIANOFORTE

SCRIVI LE SCALE FINO A TRE DIESIS SUL PENTAGRAMMA

SCRIVI LE SCALE FINO A TRE BEMOLLI SULLA TASTIERA DEL PIANOFORTE

SCRIVI LE SCALE FINO A TRE BEMOLLI 

Pubblicità