1-CLASSE PRIMA

I BENEFICI DELLA MUSICA PER IL CERVELLO

LA MUSICA E LE EMOZIONI

Di tutte le arti la musica è quella più capace di evocare emozioni. Che sia gioia, commozione, serenità, eccitamento, malinconia, nessuna emozione è assente dalla tavolozza della musica, e non vi è nessuno che non abbia provato uno speciale sentimento all’ascolto di un brano. La musica può arrivare a coinvolgere il corpo e a suscitare voglia di muoversi: il ballo, le marce militari, le danze tribali non esistono a caso. L’associazione di musica e poesia in una bella canzone può farci piangere come bambini. Nessun’altra arte – pittura, scultura, poesia o letteratura, per quanto apprezzata e seguita, s’avvicina neanche lontanamente alle capacità emotive della musica. Perché? Cos’ha di speciale questa arte? A quali parti di noi parla così forte? E come fa? Certi brani musicali suscitano emozione in quanto legati a momenti significativi della nostra vita: la musica rievoca i ricordi e questi, a loro volta evocano le emozioni. Ma una musica può evocare emozioni anche quando la sentiamo per la prima volta: le evoca “per come è”, non perché è già legata a nostre precedenti esperienze. Avviene anche spesso, che ascoltatori diversi senza esperienze comuni giudichino una medesima musica ascoltata per la prima volta nello stesso modo – allegra o triste, serena o angosciosa, consonante o dissonante, ecc.. Tutto ciò suggerisce che la musica “parla” a parti di noi che abbiamo in comune semplicemente in quanto esseri umani, indifferentemente dal sesso, esperienza, conoscenze, scolarità, censo, educazione musicale, gusti, tendenze, ecc. Cominciamo col parlare della musica e delle emozioni che suscita:

Pubblicità