6-LA PUBBLICITA’

MUSICA E PUBBLICITA’

La pubblicità è una presenza continua, che accompagna molti momenti della nostra giornata.

Essa tende ad agire sulla nostra memoria: il suo scopo infatti è essenzialmente quello di farci ricordare il prodotto reclamizzato e di indirizzare la nostra scelta al momento dell’acquisto.

Per raggiungere il suo obiettivo la pubblicità utilizza collaudati meccanismi di persuasione che fanno leva sui nostri desideri e sulle nostre convinzioni.

Poiché coinvolge enormi interessi economici la pubblicità non lascia niente al caso: ogni suo elemento è attentamente studiato dall’agenzia pubblicitaria, ossia l’équipe di persone che predispone la campagna pubblicitaria per un dato prodotto.

Due sono gli aspetti su cui si concentra in particolare l’attenzione dell’agenzia pubblicitaria: gli item (Pronuncia:  Aitem – Significato: Articolo )e il target.

Gli item sono le idee fondamentali, i concetti chiave che la pubblicità associa al prodotto reclamizzato e che cerca di comunicare al consumatore per invogliarlo all’acquisto. Se ci pensate bene, vi accorgerete che spesso la pubblicità punta l’attenzione non tanto sul prodotto in sé, quanto su ciò che potremo raggiungere comperandolo solleticando così i nostri desideri più profondi e nascosti. Se compreremo il prodotto, questo è il messaggio, saremo più belli, felici, avremo successo, saremo stimati ecc. Per questo gli item (come ad esempio prestigio / successo, o giovinezza / dinamismo, o, ancora, genuinità / tradizione) rappresentano il vero significato della pubblicità.

Il target è una fascia di pubblico ben determinata di potenziali compratori ai quali la pubblicità si rivolge principalmente. Il target viene stabilito in base all’età, al titolo di studio, al sesso, all’area geografica di appartenenza e alla classe sociale. Uno spot, ad esempio, che reclamizzi un’auto di grossa cilindrata dovrà colpire l’attenzione e soddisfare le aspettative di un pubblico adulto, prevalentemente maschile, appartenente alla classe sociale alta o medio-alta.

Una volta stabilito il target tutte le altre componenti del messaggio pubblicitario devono adeguarsi ad esso.

Anche la musica, presente negli spot televisivi, radiofonici e su Internet, è impiegata con grande attenzione, dovendo concorrere al risultato finale al pari dell’immagine e del parlato.

ANALIZZARE LA PUBBLICITA’

La pubblicità ci circonda riempiendo la nostra mente di desideri e sogni, non sempre del tutto consapevoli: occhieggia dai cartelloni sulla strada e sulle pagine di giornali e riviste, affolla lo schermo televisivo e il monitor del computer quando ci si collega a Internet, esce dalla radio riempiendo lo spazio dell’automobile. Il modo migliore per comprendere e, in qualche modo, “difendersi” dalla pubblicità è attivare il nostro senso critico e la nostra curiosità. Solo così potremo capire come venga costruita e su quali meccanismi comunicativi faccia leva.

Analizzare il messaggio pubblicitario è un’operazione complessa, ma per questo molto avvincente. Bisogna infatti osservare con attenzione coloriimmagini e inquadrature e, nel caso dello spot, anche il movimento degli oggetti sulla scena, il montaggio con cui diverse immagini sono poste in successione e il ruolo della musica.

In una pubblicità ben riuscita le diverse componenti sono talmente ben intrecciate da fondersi in un tutto unico così che l’item risulta dalla stretta interazione di tutti gli elementi.

Per scoprire i segreti della pubblicità è importante imparare a distinguerne gli elementi fondamentali. Concentriamoci innanzitutto su target e item: tutti gli elementi del messaggio sono costruiti in modo da comunicare in forma più o meno nascosta gli item stabiliti e catturare l’attenzione del target prescelto.

TARGET

Ecco alcuni possibili target della pubblicità. Ovviamente sono immaginabili specificazioni ulteriori, così come diversi raggruppamenti di alcuni dei target qui indicati. Ad esempio, una pubblicità di merendine al cioccolato si rivolgerà indifferentemente ai bambini, maschi o femmine che siano, mentre quella di bambole si indirizzerà più specificamente alle bambine. La pubblicità di uno yogurt potrebbe rivolgersi a un pubblico universale, cioè trasversale e indifferenziato.

  • Bambino, maschio o femmina.
  • Giovane, maschio o femmina.
  • Uomo adulto, single, diplomato o laureato, di ceto medio o medio-alto.
  • Adulto, uomo o donna, sposato, diplomato o laureato, di ceto medio-alto.
  • Donna adulta, lavoratrice, di ceto medio, che si occupa della pulizia della casa.
  • Donna adulta, casalinga, di ceto basso.
  • Anziano, uomo o donna, di ceto medio-alto.

PRINCIPALI ITEM

Ecco un elenco degli item pubblicitari più frequenti. Ricordate che:

– si tratta di catene di significati. Spesso è sufficiente comunicare al consumatore un solo concetto per far sì che nella sua immaginazione vengano attivati anche tutti gli altri di quella stessa catena;

– gli item sono in perenne movimento. Essi infatti variano seguendo i mutamenti sociali e culturali. A voi dunque il compito di scoprirne di nuovi o individuare le catene che si originano combinando in modo diverso elementi già presenti.

  • Prestigio → Fama → Successo → Denaro → Importanza → Eleganza
  • Tecnologia → Efficienza → Progresso → Futuro → Affidabilità
  • Genuinità → Ecologia → Star bene → Tradizione → Affidabilità
  • Sesso → Erotismo → Fascino → Attrazione
  • Tenerezza → Bimbo/Mamma → Famiglia → Intimità → Calore
  • Giovinezza → Dinamismo → Libertà → Star bene → Bellezza → Moda
  • Tempo libero → Turismo → Libertà → Indipendenza → Dinamismo
  • Affidabilità → Sicurezza → Protezione → Star bene

LA PUBBLICITA' SINTESI

SCOPRI IL TARGET E L’ITEM

Osserva i manifesti pubblicitari riprodotti e individua per ciascuno il target.

da home page fiorentini alimentari luglio 2015.jpgjulia-roberts-pubblicità_profumo-la-vie-est-belle-lancome.jpg     Pubblicità_Topolino_1982_12_kinder_Sorpresa

MUSICA E SPOT 

Concentriamoci ora sulla componente musicale della pubblicità e cerchiamo di comprenderne caratteristiche e ruolo.

È chiaro che la musica deve contribuire a far ricordare il prodotto reclamizzato. A volte lo spot presenta un breve motivetto, chiamato jingle, che può essere solo strumentale, ma più spesso è cantato, la cui funzione è proprio quella di imprimersi nella mente dello spettatore e fargli ricordare con immediatezza il prodotto.

Più frequentemente invece la musica viene utilizzata insieme a immaginiparole rumori, per comunicare gli item del messaggio pubblicitario.

Ecco allora che se si vuole, ad esempio, puntare sull’idea di “giovinezza” e “dinamismo” probabilmente si sceglieranno musiche rock molto ritmate, con evidente impiego della chitarra elettrica e della batteria; se invece gli item prescelti sono quelli di “genuinità” e “natura” facilmente la musica sarà più lineare e melodica, molto semplice e orecchiabile, magari con abbondante uso del flauto e della chitarra acustica.

Verificate voi stessi l’esattezza di questi esempi e cercatene altri.

LA PUBBLICITA' 1

PUBBLICITA’ PROFUMO UOMO     –      PUBBLICITA’ CIOCCOLATINI    –

PUBBLICITA’ FIORENTINI – PUBBLICITA’ FRUTTOLO

PUBBLICTA’ DETERSIVO PAVIMENTI

 

Esercitazione 1 – DENTRO LO SPOT

Mettete alla prova la vostra capacità di analisi osservando con la massima attenzione almeno tre diversi spot televisivi, utilizzando la scheda proposta di seguito:

  1. Nome e marca del prodotto______________________________________________________
  2. Categoria merceologica (alimentari, casalinghi, elettronica, automobili ecc.):_____________________________________________________________________________
  3. Target dello spot_________________________________________________________________
  4. Descrizione, con maggior numero di particolari, di ciò che si vede:_____________________________________________________________________________
  5. Descrizione, con maggior numero di particolari, di ciò che viene detto:____________________________________________________________________________
  6. Descrizione, con maggior numero di particolari, di ciò che si sente (rumori e musiche):_________________________________________________________________________
  7. Per la riuscita dello spot è predominante:
  • l’immagine
  • la parola
  • la musica

perché___________________________________________________________________________________

  1. Gli item sono: _____________________________________________________________________________________

9. Per mezzo di quali elementi la musica concorre a realizzare questi item?

_____________________________________________________________________________________

 

Esercitazione 2 – ZOOM SULLA MUSICA

Provate ad analizzare uno spot a vostra scelta, utilizzando la scheda di seguito proposta.

Nome del prodotto __________________________________________________________

Item __________________________________________________________________________

La musica presente nello spot:

·        è orecchiabile

·        è difficile da ricordare

·        è originale (creata per questo spot)

·        non è originale (già esistente)

·        è facile da cantare

·        è difficile da cantare

·        è sempre diversa, senza ritornelli

·        si ripete più volte

·        Dura per oltre metà dello spot

·        Dura per meno di metà dello spot

·        E’ cantata

·        E’ solo suonata

·        E’ allegra

·        E’ sentimentale

·        E’ d’atmosfera

·        E’ rilassante

·        E’ eccitante

·        Altro____________________

 

·       Da informazioni sull’epoca o sul luogo

·        Esprime o suscita emozioni

·        Da un’interpretazione delle immagini

·        Fa riferimento ad una colonna sonora           famosa

·        E’ di consumo, leggera

·        E’ classica

·        E’ jazz

·        E’ popolare

·        E’ elettronica

·        Altro_______________________

·        E’ di sottofondo

·        E’ in primo piano rispetto alle

immagini

Esercitazione 3 – MANIPOLIAMO IL JINGLE

Impara a suonare o a cantare un jingle famoso poi sostituisci il loro testo con uno di tua invenzione. Puoi aggiungere un testo anche ad un jingle solo strumentale.

 

Esercitazione 4 – GENIO ITALIANO

Immagina di dover realizzare lo spot della FIAT 500, Genio Italiano. Per sottolineare l’italianità del prodotto probabilmente sceglierai un brano scritto da un compositore chiaramente riconoscibile come genio e come italiano: Verdi o Rossini o, per cambiare genere, un cantante italiano molto apprezzato e conosciuto all’estero, come Bocelli. Ascoltate allora i tre frammenti musicali proposti osservando l’immagine. Rifletti sul modo in cui ciascuna musica modifica l’Item e infine decidi quale musica ti sembra più adatta al messaggio pubblicitario.

500.jpg

brano 1. – “Nabucco” G. Verdi

brano 2. – Overture “La gazza ladra” G. Rossini

brano 3. – “Con te partirò” Bocelli

(brano 4.- “Buon Viaggio” – Cremonini)

ULTERIORE APPROFONDIMENTO sulla pubblicità

Pubblicità